PERIZIA FONICA

PERIZIA FONICA AD USO LEGALE E PRIVATO

Lo Studio di Ingegenria Informatica Forense è formato da esperti per la redazione della PERIZIA FONICA , sia ad uso legale che ad uso privato,  i sound engineer dello studio utilizzano diverse Tecniche e Metodologie di Analisi, che ricoprono ciascuna un’importanza fondamentale.

Prima di procedere ad effettuare una perizia fonica è necessario effettuare una diagnosi qualitativa e quantitativa dei file audio disponibili.

In diverse occasioni in particolar modo per le intercettazioni o registrazioni ambientali è opportuno prima provvedere ad una pulizia dei disturbi presenti nella registrazione per poi procedere con l’eventuale comparazione , trascrizione, verifica del parlante e quant’altro necessario.

A grandi linee gli step che si percorrono per effettuare una perizia fonica sono i seguenti:

Analisi A- Ascolto Soggettivo: è un esame di ascolto estremamente scrupoloso, effettuato in condizioni ottimali, in uno studio professionale  trattato acusticamente, dove il rapporto segnale rumore è eccelso  e tutto il  percorso effettuato dal segnale è tenuto a standard di efficienza altissimi.

Analisi B – Rappresentazione Grafica del Segnale: consiste nell’ascolto delle tracce audio repertate contestualmente alla visione, in alta definizione, della rappresentazione grafica del segnale, fornita dal software di analisi utilizzato, è possibile analizzare in particolare le sezioni del file,  critiche e consente di visualizzare se presenti delle eventuali anomalie nella sequenza dei campioni registrati.

Analisi C – Analisi degli Spettrogrammi: è utile se nelle analisi precedenti si sono evidenziati dei punti  interessanti o non chiari. L’ Analisi Spettrografica consente di verificare il contenuto in frequenza e dinamica di un programma audio in ogni momento. Sull’asse delle ascisse è riportato il tempo, sull’asse delle ordinate la frequenza e l’intensità è tradotta graficamente con un aumento della densità dei punti. Tutto ciò permette di rilevare in ogni istante quali, quanti frequenze sono presenti e con quale intensità.
Un buon esperto potrà così vedere oltre che ascoltare il contenuto audio, confontandolo con altri segnali.
L’uso degli spettrogrammi è indispensabile nel riconoscimento vocale del parlante, scomponendo il segnale audio complesso di una voce nelle sue frequenze fondamentali. In base all’ intensità di alcune bande di frequenza si può risalire alle formanti della voce, che sono molto particolari  e spesso riconducibili con buona approssimazione ad un soggetto parlatore.

Analisi D – Le Formanti : Sappaimo che le formanti di un segnale sono funzione dell’ intensità individuate in alcune bande di frequenza. L’ Analisi delle  formanti consente di ottenere una serie di valori sia grafici che numerici indispensabili  alla comparazione e alla valutazione delle voci di interesse per il procedimento.

SAGGIO FONICO: Per quanto riguarda le comparazioni vocali con riconoscimento del parlante, si procede normalmente con l’acquisizione del saggio fonico, ovvero una registrazone della voce da confrontare fatta all’indagato presso il luogo di detenzione se non in stato di libertà, dopodicchè le comparazioni vere e proprie avvengono nello studio fonico.

SERVIZI OFFERTI AL CLIENTE PER LA PERIZIA FONICA:

  • Verifica eventuali manipolazioni dell’audio;
  • Identificazione del parlante mediante comparazione informatica della traccia audio;
  •  Eliminazione rumori, pulitura nastri e/o files audio;
  • Acquisizione Saggio Fonico;
  • Ripulitura del rumore di fondo in una registrazione ambientale;
  • Consulenza Tecnica di parte nei procedimenti di indagati sottoposti ad intercettazione;
  • Perizia fonica ad uso privato o legale;
  • Comparazione della voce del parlatore con saggio vocale per il riconoscimento del parlante, con utilizzo di tecniche di ascolto soggettivo integrate con tecniche semiautomatiche e automatiche con l’ausilio dei migliori software.